Il metodo omeodinamico - EcovillaggioLaNuovaTerra

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il metodo omeodinamico

L'azienda

L'agricoltura omeodinamica: finalità e modalità di azione

Oggi, l'uomo attento e cosciente, si trova di fronte a tre grandi emergenze:
· La gravità della situazione ambientale (inquinamento fisico-chimico, biologico, elettro-magnetico,
 radioattivo, transgenico, scarsità di acqua potabile, ecc.);
· la necessità di potenziare il valore nutrizionale degli alimenti affinché essi possano sostenere l’uomo
 in tutte le sue componenti (biologica, animica e spirituale);
· le ristrettezze economiche in cui l'agricoltura si trova a operare.
Occorre cercare concretamente nuove strade ed un aiuto in tal senso ci può venire dalla medicina omeopatica.
Come risaputo la pianta esprime non più del 30-40% del suo patrimonio genetico (il DNA); la restante parte è presente ma "silente", cioè non si esprime. Si può quindi ipotizzare che nel mondo vegetale siano presenti enormi possibilità di adattamento e di risposta ai fenomeni critici sopraddetti, fenomeni che limitano la produzione agricola e ne aumentano i costi.
Il metodo omeodinamico agisce stimolando questi fattori di vita "silente", la capacità di portare adattamento e resistenza ai parassiti ed agli stress climatici affinché essi inizino a sviluppare la loro preziosa azione a salvaguardia della vita, delle produzioni e della loro qualità.
Il termine "omeodinamico" indica quindi che gli interventi vengono effettuati con prodotti collocabili nell'ambito dell'omeopatia, ossia interventi attraverso i quali l'informazione contenuta in una determinata sostanza naturale viene "estratta" mediante tinture o macerazioni e quindi trasmessa come informazione al DNA della pianta o alla vita del terreno grazie alla sua componente acquosa.
Dato che l'acqua è la base di ogni essere vivente otteniamo, in virtù della sua capacità di trasmettere informazioni, la possibilità di stimolare adeguatamente tutte le forme di vita.
Il metodo omeodinamico può così stimolare:
· il processo di formazione dell’humus nel terreno (anche senza apporto di sostanza organica);
· il processo di compostaggio della sostanza organica;
· l'attivazione dei processi di depurazione nel terreno, piante ed acqua;
· i principali processi vegetali (germinazione, fioritura, accestimento, maturazione, formazione di vitamine, principi attivi, ecc.);
· la resistenza agli stress climatici (al freddo, al caldo, al secco, all'umido);
· la resistenza ai parassiti ed alle infestanti;
· la resistenza all’acqua salmastra;
· la resistenza ai pollini OGM;
· la resistenza ai campi elettromagnetici;
Seguendo questi pensieri sono stati anche realizzati dei dispositivi atti a potenziare la capacità bagnante dell’acqua (fino a 6 volte), dispositivi che si sono dimostrati ideali per condizioni di siccità.
Le modalità di utilizzo dei prodotti omeodinamici sono estremamente semplici: normalmente il prodotto viene diluito in acqua dall'agricoltore (10 ml di prodotto in 40 litri per ettaro) e irrorato sul campo a goccia fina.
L'agricoltura omeodinamica, grazie al fatto che utilizza l'omeopatia, si pone come un metodo agricolo assolutamente eco-compatibile (i prodotti omeodinamici all'analisi chimica risultano infatti pura acqua) che contribuisce a produrre alimenti di altissima qualità in modo altamente economico permettendo la riduzione dei costi di produzione.
Alla luce di quanto sommariamente esposto, il metodo omeodinamico può così quindi essere considerato una valida risposta alle tre emergenze citate.

Per ulteriori informazioni:
EUREKA – via Ferrovia, 7 – 33033 Beano di Codroipo (Ud)
tel. 0432 905724- info@dimensione-eureka.it


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu